Aggressività e conflitti del giovane cane maschio.

postato in: Articoli | 0

Il delicato passaggio da cucciolo a cane adulto può tutto di un tratto implementare atteggiamenti conflittuali, aggressivi e aumentare l’attività fisica. Conoscere un passaggio tanto naturale, quanto potente ci permetterà di supportarlo e accompagnarlo al meglio con armonia e presenza, senza inutili allarmismi o eccessive apprensioni.

Da tempo Mia chiedeva che entrasse in famiglia un cane maschio.L’idea non mi dispiaceva, ma valutavo la cosa senza fretta, immagiando un cane adulto e fiduciosa che frequentando i canili l’avrei incontrato e riconosciuto … e invece no ! Ho conosciuto Red all’età di due mesi, quando fu adottato dai miei vicini di casa, mi colpì subito l’intraprendenza da un lato e dall’altro la capacità di leggere le situazioni non sempre facili che si trovava a vivere. Pensai:”Che cucciolo meraviglioso!”. Ha iniziato a frequentare casa nostra a quattro mesi per la sua attitudine da wunderlust, cosa stranamente molto avvallata da Mia e alla stessa Pan che gradiva questa presenza vivace, ma sempre rispettosa. E’ entrato,poi, rocambolescamente in famiglia all’età di sei mesi, visto lo scompiglio che disseminava in giro per la sua abilità alla fuga dalla sua precedente casa, adottarlo è sembrato la prosecuzione naturale di una serie di cose. Resta scolpita nella mia mente l’epica frase di una mia amica e collega:” Marina ma dov’è finito il tuo progetto di adottare un cane maschio adulto, solido, centrato e competente?”.

 

Ma perchè tanti cinofili che operano e vivono in canile amano adottare cani maschi adulti? La pubertà è un passaggio delicato. I canili sono davvero strapieni di tantissimi cani adulti che hanno ampiamente superato quel periodo di incognite e possibilità che è il diventare grandi e questo permette una conoscenza più chiara di chi siano. Non tutti i mammiferi maschi vivono,poi, nel medesimo modo questo momento, ma conoscere cosa avviene in media, di sicuro ci può far accogliere più serenamente i possibili cambiamenti.

Conflitto aggressività

 

Il testosterone, infatti, opera una serie di azioni sull’intero organismo particolarmente intense nella prima giovinezza. Quella sul sistema dopaminergico va proprio a modulare le il seeking system (per approfondire) e l’anger system (collera-rabbia), che accende il desiderio: di azione, possesso, sfidare il gruppo (o meno),  particolarmente esplosive nell’adolescenza e prima giovinezza.
Il seeking system si esprime con un movimento verso la cosa o il partner sociale desiderato, l’aggressività con un movimento contro. Se tutto ciò non viene espresso e canalizzato, o ancora peggio viene represso, causa pesanti conseguente sulla salute fisica e l’equilibrio del cane. Il testosterone va ad agire anche sull’area area nigro-striatale.Questo aumenta l’ energia fisica, espressa spesso in attività agonistiche, oppure di predazione.

 

Share Button

Lascia un commento

Current month ye@r day *