I «confini spontanei»… svolgono una doppia funzione: oltre ad avere lo scopo di separare, hanno anche il ruolo/destino di essere delle interfacce, di promuovere quindi incontri, interazioni e scambi, e in definitiva una fusione di orizzonti cognitivi e pratiche quotidiane.“ Zygmunt Bauman

 

Il seminario Cani di Confine ha come obiettivo quello di  far maturare strumenti teorici/pratici a tutto tondo sull’identità, relazione, espressione e comunicazione del cane grazie all’analisi di similarità e differenze tra i Pastori guardiani del territorio di Poggio Cono, cani vaganti, Pan,  Red, Mia e Talassio.

La presentazione teorica  permetterà di conoscere la vita dei Pastori Abruzzesi, le varie tipologie di cani guardiani presenti sul territorio, la differenza tra questi e i soggetti da expo, la vita e le modalità rurali, la peculiare crescita tra gregge, casolari e transumanza, i ruoli, l’alimentazione e molti di quegli aspetti che sono fortemente ancorati ad un mondo che ci pare oramai passato. Nei video e nelle foto si analizzerà, invece, incontro con un particolare gruppo di pastori guardiani e pecore ognuno con la propria personalità, soggettività e storia.

Gli ambienti e le modalità, non influenzate in modo preponderante dagli esseri umani, permetteranno un osservatorio privilegiato su peculiarità, etologiared-pastore-abruzzese-conflitto-sullo-spazio-3 e comunicazione del cane in un contesto maggiormente animale per la presenza altri degli altri cani e del gregge.Tutto questo verrà messo a confronto con modalità maggiormente presenti in un gruppo misto cani/umani grazie ai video e agli iscritti al seminario per mettere in luce punti di forza già presenti e aree neglette che andranno ad essere analizzati e potenziati nel laboratorio pratico. Il fine è quello di imparare a maturare strumenti e strategie proprio da quei cani che vivono in altri tempi, modi e contesti.

La parte pratica, infatti, metterà in atto tale bagaglio grazie alla mediazione del docente e la scelta di un particolare set, ambiente arricchito, dinamica relazionale per aumentare sia la conoscenza del proprio cane, la capacità di programmazione,la sinergia,la plasticità, la gestione spaziale e possessività visti come alleati e non con approccio problema.

 

ARGOMENTI TEORICI GENERALI

Cani di Confine tratterà di alcuni argomenti che aiuteranno a fissare meglio concetti generali:

  • L’Abruzzo e la pastorizia: tra criminalità organizzata e resistenza locale
  • I pastori guardiani tra cinofilia ufficiale e vita sul territorio
  • Tipologie, ruoli e specificità
  • Una peculiare gestione delle tappe evolutive
  • Alimentazione e modernità
  • Neofobia, un tratto da valorizzare
  • La capacità di essere in equilibrio in un territorio transumante

 

AMBITO DIDATTICO

Il seminario mira a personalizzare l’esperienza di apprendimento:

  • muoversi e valorizzare dati oggettivi ed intuizioni;
  • imparare a modulare il registro comunicativo rispetto all’individuo (canino o umano) che abbiamo di fronte.

E di approfondire

  • Strategie del cane e gruppo sociale di riferimento: l’importanza del lavoro di squadra;
  • Possessività, gestione, territorialità: strumenti utili per mutuare strategie ecologiche al contesto;
  • Occupare uno spazio consapevolmente con il corpo, odori guida
  • Attività facilitanti e mappare le esperienze: avere un tool kit spendibile nella vita di tutti i giorni

Laboratorio esperienziale

La parte pratica si svolgerà secondo un’ottica laboratoriale incentrata sull’ambiente arricchito e la rete relazionale.

Osserveremo come si integrano e modulano i sistemi trattati nella parte teorica in un orizzonte pratico. Accanto a questo saranno messe in luce le modalità espressive dei singoli per tratti genetici, peculiarità specie specifiche e integrazione o meno in modalità umane e canine al di fuori del gruppo familiare.

Struttureremo delle sezione didattiche che evidenzieranno come l’ambito comunicativo possa essere arricchito grazie alla conoscenza del  singolo e l’ottimizzare la comunicazione con il suo gruppo sociale. Verranno offerte delle linee guida per arricchire strumenti relazionali ed esperienziali. L’obiettivo è quello di organizzare una mappa, nuove lenti per guardare il mondo ed, eventualmente, delle modalità operative per arricchire e implementare nella vita di tutti i giorni.

Materiale per l’auto-formazione

Dopo il seminario verrà inviata agli iscritti una mail con materiale per approfondire, bibliografia e delle domande aperte per continuare l’auto-formazione su temi che hanno suscitato maggior interesse. Il novanta per cento del materiale sarà reperibile tramite il servizio di prestito digitale MLOL e presso le biblioteche fisiche dell’area di pertinenza del seminario

 

Area privata per gli organizzatori

 

Vuoi maggiori informazioni o accedere all’area privata organizzazione?

SCRIVI UNA MAIL

marina@dogpeople.it

Nessuna risposta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *