Uno studio dei ricercatori della Walden University di Minneapolis, pubblicato sulla rivista Behavoiural Processes, ha infatti confermato, esperimenti alla mano, l’esistenza di un’empatia emozionale tra cani ed esseri umani, grazie alla quale è possibile “decodificare” le espressioni facciali degli animale

leggi l’articolo su Galileo – Giornale di Scienza – 

 

 

 

Con la newsletterPARTECIPA AI WEBINAR GRATUITI

Diventa uno dei nostri sarai sempre aggiornato su eventi, novità e potrai accedere a webinar a te dedicati